Le chitarre effedot

0
295

(di Mario Giovannini) – Essere coinvolti nella progettazione ex novo di una linea di chitarre è praticamente il sogno della vita di qualsiasi chitarrista. Se però di mestiere si ‘critica’ chi le costruisce di mestiere (perdonate il gioco di parole) il sogno si può rapidamente trasformare in piccolo incubo. Perché è facile parlare e giudicare con quello che si ha per le mani, un po’ meno affrontare con serenità il panico della tela bianca.
Chitarre-EffedotAllora siamo andati per ordine, con una scaletta di priorità da rispettare. Anzitutto, come sottolinea Reno Brandoni nell’articolo precedente [Chitarra Acustica n.05/2015, ndr], siamo partiti dall’idea di chitarra sociale, che costi il giusto e permetta un facile accesso a chiunque. Quindi, è stato giocoforza rivolgersi all’offerta del mercato orientale, in Cina. Se ne può discutere all’infinito, ma la realtà odierna è questa: l’unico modo per contenere i costi entro certi livelli. Durante una visita alla Fiera di Shangai, Reno ha modo di provare alcune chitarre di uno sconosciuto – per noi ovviamente – produttore locale che presentano caratteristiche molto interessanti e, soprattutto, suonano in maniera impressionante. Decidiamo così di fare, diciamo, una prova di ‘assaggio’ ordinando una prima campionatura di strumenti, tre esemplari per l’esattezza, per vedere cosa succede.
Ok, ma come le volete ’ste chitarre, ci hanno chiesto. Risparmiandovi le infinite discussioni in merito, siamo arrivati a definire le caratteristiche di quella che dovrebbe essere la chitarra ideale da fingerpicking secondo noi: scala corta 633 mm, nut da 46 mm, tavola in abete, fasce e fondo in mogano, meccaniche dorate con palettina in gomma. Niente di particolarmente innovativo, quindi.

Effedot-The-Triangle-punched-braceQuando sono poi arrivate, due OM e una Jumbo, siamo rimasti letteralmente a bocca aperta. Sia per la qualità di realizzazione quanto, soprattutto, per il suono. Dato che un po’ San Tommaso sono, ho deciso di andare a fondo per capire il ‘segreto’ di questi strumenti. Perché di chitarre, in questi anni, ne ho provate davvero tante, ma a questo prezzo, che suonassero in questa maniera… le conto sulle dita di una mano e mi avanza ancora parecchio spazio.

Alla base del progetto c’è un innovativo disegno delle catenature denominato Triangle Punched Bracing. In pratica il bracing tradizionale viene alleggerito non con la consueta ‘scallopatura’, ma grazie a dei fori triangolari praticati al laser all’interno delle catenature. Questa procedura, grazie alle proprietà geometriche del triangolo di mantenere inalterati i giochi di forza e di scarico, permette di allegerire di molto il bracing mantenendo inalterata la tensione delle tavole. Quindi strumenti estremamente risuonanti, leggeri e con un eccellente equilibrio su tutta la gamma sonora.
Effedot2Entusiasti del risultato raggiunto, forti dell’appoggio di un distributore del calibro di Aramini che ha creduto nel progetto, abbiamo proceduto con la prima campionatura ufficiale di quello che sarà il catalogo delle chitarre effedot (si potevano chiamare in altro modo?). Sei strumenti per cominciare, poi si vedrà, in formato OM, Jumbo, Dread, Classica e due ¾ per i più giovani, una con corde in nylon e una con le steel-strings.

Gli strumenti hanno soddisfatto appieno le aspettative, confermando la bontà delle scelte che stanno alla base dell’idea: una chitarra per tutti, al giusto prezzo, ben costruita, settata come si deve, con un buon suono e, finalmente, con il manico adatto a chi suona fingerstyle, ma non solo. Anche per chi, come il sottoscritto, ha due pale al posto delle mani e ha sempre sofferto i manichetti da 42,8 mm anche suonando altro. Dal prossimo numero vedremo nel dettaglio le caratteristiche di ogni strumento; nel frattempo, se vi capita di vedere una f. che vi ‘sorride’ dalla rastrelliera di un negozio approfittatene, sarà una bella esperienza. Alla portata di tutti.

Mario Giovannini
mario.giovannini@chitarra-acustica.net

PUBBLICATO

Chitarra Acustica, n. 05/2015, pp. 44-45

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui