Alvarez MGA66ESHB

0
81

(di Marco Alderotti) – Decisamente bella e affascinante, la nuova Alvarez MGA66ESHB è una chitarra acustica di recente produzione concepita negli stabilimenti di St. Louis nel Missouri, ma realizzata in Cina. Catalogata nella serie Masterworks, la chitarra dalla forma Grand Auditorium è costruita totalmente con legni solidi, è elettrificata e di serie non viene fornito alcuna custodia.

Il sinuoso corpo è realizzato in mogano, sia per il top che per le fasce e fondo, presentando delle bellissime e appariscenti venature valorizzate dalla finitura shadowburst, lucida e ben eseguita, priva di imperfezioni. Per tastiera e ponte la scelta è ricaduta sul palissandro, dalle fibre compatte e sicuramente di qualità. I 21 tasti di medie dimensioni sono installati e rifiniti ottimamente. La tastiera è priva degli usuali dot, tranne un unico speciale intarsio in similmadreperla al XII tasto, semplice e gradevole nella forma. La paletta impiallacciata in palissandro ha finitura lucida, con in evidenza il nome del brand più un simpatico ornamento floreale, in linea con lo stemma presente sulla tastiera e sempre in similmadreperla. Sulla stessa sono montate sei meccaniche Alvarez Premium Gold con palettine in ebano, dal buon funzionamento e tenuta dell’accordatura.

Il manico è realizzato in un unico pezzo di mogano africano con finitura semigloss, molto scorrevole e confortevole, merito anche delle dimensioni con una forma a D, che tutto sommato invoglia a suonare per lungo tempo. È presente sul corpo un semplice ma ornamentale binding in abalone/madreperla, ripreso anche sulla rosetta con un unico filo, che grazie alla bellissima finitura shadowburst dona allo strumento un look importante, caldo e di sicuro impatto. Sia capotasto che selletta sono realizzati in osso, con un equilibrio sonoro e un sustain direi sopra la media, considerando anche il reale prezzo di acquisto. La chitarra ha il secondo bottone per la tracolla e, per l’amplificazione on-board, la scelta è ricaduta sul semplice ma efficace L.R. Baggs Stage Pro Element (solo piezo).

Iniziamo a saggiare lo strumento e, in tutta onestà, ringrazio i liutai di casa Alvarez per l’ottimo bilanciamento della chitarra, sia in piedi che seduti, per il peso contenuto e per il setup di fabbrica, direi quasi perfetto per le tecniche da me predilette. In versione unplugged e già dai primi accordi, il timbro che riempie la stanza è molto bello, caldo, avvolgente ed equilibrato, ma anche aperto e chiaro grazie alla risonanza molto densa del mogano e, ovviamente, alla qualità delle materie prime utilizzate. Le frequenze ci sono tutte, con bassi e alti che dettano legge, con buon attacco e gran volume, considerando che lo strumento è appena uscito di fabbrica.

Sia in strumming, fingerpicking e tecniche moderne la chitarra si lascia suonare, restituendo sempre e comunque note chiare e ben definite, tutto sommato con gran versatilità.

Come detto, il sistema di amplificazione installato sulla chitarra è il ben noto L.R. Baggs Stage Pro Element a una via, e i controlli a nostra disposizione sono equalizzatore con bassi/medi/alti, tuner, potenziometro notch con scala graduale (chiuso-aperto), mini interruttore phase e – per finire – volume generale con vano batteria incorporato nel pre. Personalmente conosco molto bene questo sistema, avendolo avuto su uno strumento di mia proprietà, e lo trovo discreto ed efficace, in particolar modo in situazioni live, purché regolato a dovere. È chiaro che, essendo un solo piezo, la sua caratteristica di vetrosità e di suono un po’ plasticoso la ritroviamo, ma con opportune regolazioni riusciamo a trovare un buon suono, con sufficiente attacco e volume, molto adatto per frasi solistiche e strumming. Per le tecniche moderne siamo penalizzati, in particolare per percussioni e sfregamenti vari, ma nulla vieta di abbinare un sistema aggiuntivo proprio per questo scopo. Comodi sia il potenziometro notch, con annesso tasto phase contro feedback indesiderati, sia l’accordatore cromatico integrato, utili soprattutto in situazioni live. In ultimo le corde, sicuramente parte importante del suono finale della chitarra, sono delle ottime D’Addario EXP, molto scorrevoli ed equilibrate nella risposta tonale.

Semplice, bella e desiderabile, consigliata soprattutto per strumming, cantautorato e flatpicking, ma anche per chi desidera avere un buon muletto dalle grandi prestazioni, con un rapporto qualità/prezzo appetibile.

marcoalderotti1966@gmail.com

Strumento gentilmente concesso per la prova da Niccolai Grandi Magazzini della Musica di Vicopisano (Pisa).

Scheda tecnica

Alvarez MGA66ESHB

Tipo: chitarra acustica Grand Auditorium elettrificata

Serie: Masterworks

Top: mogano africano massello

Fondo e fasce: mogano africano massello

Finitura top: shadowburst/gloss

Manico: pezzo unico in mogano

Ponte: palissandro

Tastiera: in palissandro con speciale intarsio al XII tasto

Nut e traversino: osso

Meccaniche: Alvarez Premium Gold con palettina in ebano

Elettronica: L.R. Baggs Stage Pro Element (piezo)

Prezzo: € 749 ( IVA inclusa )

Distributore: www.backline.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui