Chitarra acustica – Recording King ROS-06-FE3

0
120

(di Dario Fornara) – Ogni tanto me ne capita una tra le mani. Parlo di chitarre Recording King e, oggi, ringrazio il legittimo proprietario (mio cugino) per avermi prestato proprio questa: dopo una prova frettolosa, mi sono infatti reso conto che valeva la pena testarla meglio, tenendomela per qualche giorno, quindi farla conoscere a tutti coloro che sono alla ricerca di una chitarra di piccola taglia, ben costruita e dal costo decisamente abbordabile. Recording King è un marchio americano che nasce nel 1930, nel periodo definito Golden Age, durante il quale sono stati progettati e realizzati alcuni degli strumenti che hanno fatto la storia della chitarra acustica. Un lungo percorso che continua ancora oggi, con la produzione di strumenti che sono spesso riedizioni fedeli di queste chitarre, proposte a prezzi decisamente interessanti: una produzione made in China che attinge dalla lunga esperienza maturata in quasi un secolo di tradizione americana.

Recording-King-ROS-06-FE3

La taglia è la ‘classica’ 000 di casa Martin, un modello che Recording King chiama 12 Fret 000 Historic Golden Age Body Shape: dando un’occhiata alla forma generale della chitarra, non possiamo che essere daccordo con il produttore e rimanere come sempre ammaliati dall’accattivante semplicità vintage delle sue linee. La Recording King ROS-06-FE3 utilizza un top in solid Sitka spruce: il colore è piacevolmente caldo e vintage, come giustamente ci si aspetta dalla ‘replica’ di una vecchia chitarra. Fondo e fasce sono invece realizzate in laminato di mogano dalla bella marezzatura rosso scura, i binding sono ‘tartarugati’… di solito non mi piacciono, ma qui ci stanno che è una meraviglia! La verniciatura finish natural glossy è ben eseguita (riscontro solo qualche piccolissima imperfezione di lucidatura in un paio di punti, che posso perdonare volentieri): la costruzione in generale è pulita, anche all’interno della cassa dove – esplorando con il fedele specchietto chirurgico – noto un rassicurante scallopped X-bracing, una realizzazione curata per un risultato superiore alle aspettative, considerato il prezzo di vendita dello strumento.

tavola-recording-king

Il manico è in mogano: chi pensava di trovarsi tra le mani un massiccio e scomodo profilo a ‘V’ rimarrà profondamente deluso! La sezione, comunque generosa, è infatti a ‘C’ e non necessita di particolari adattamenti, anche per chi è abituato come me a sezioni più corsaiole. La tastiera in palissandro monta 20 tasti, piccoli e bassi; la larghezza al nut (realizzato in osso come la selletta del ponte) misura 46 mm, mentre il diapason è 645 mm. La paletta slotted monta delle oneste (anonime) meccaniche aperte di tipo butterbean; il loro funzionamento è buono e l’ingranaggio in bronzo garantirà buone prestazioni per lungo tempo. La paletta è priva di marchio, mentre all’interno della cassa un grazioso cartiglio riporta scrupolosamente provenienza, modello e numero di serie dello strumento.

La chitarra monta un sistema di amplificazione Fishman, più precisamente il modello Sonitone Pickup System, che funziona bene ed è in grado di restituire un suono assai utilizzabile e praticamente insensibile al feedback: un sistema piezo sottosella per la verità entry level, ma che se ben regolato è in grado di svolgere egregiamente il proprio lavoro, senza tanti problemi. Decido di cambiare le corde montate che, come di solito accade, sono tristi ed esauste; mollicce come un risotto scaldato, non sembrano rendere giustizia alla voce della nostra piccola 000.

fishman-recording-kingIl suono acustico della chitarra è quindi dolce ed equilibrato; il volume non è devastante, ma la timbrica è abbastanza ricca e malleabile. La tavola di buona qualità sembra sopperire ai più modesti laminati utilizzati per fondo e fasce; in realtà la chitarra ha una voce assai piacevole e priva di qualsivoglia asprezza. I bassi sono giustamente un po’ indietro, mentre i cantini suonano velati come lo zucchero. La tastiera è perfettamente intonata anche se qualche tastino, in alcune posizioni, meriterebbe una lucidata. L’assetto generale e il setup di fabbrica non sono per niente male; la stessa action, seppur migliorabile, risulta già incredibilmente buona pure per il sottoscritto, notoriamente incontentabile.

Nel complesso comunque una chitarra che mi piace: non l’ammiraglia di un possibile arsenale, ma sicuramente una chitarra onesta e di sostanza. Al punto che non ho resistito e mi sono preso il modello parlour ‘0’, ancora più piccola e intrigante, che presto mi arriverà e che, se sarà il caso, non esiterò a presentarvi.

Dario Fornara
dariofornara1@alice.it
www.dariofornara.it

Recording-King-ROS-06-FE3_sideScheda tecnica
Modello: Recording King ROS-06-FE3 Acoustic Steel Guitar
Tipo: chitarra acustica ‘000’
Origine: made in China
Top: abete Sitka massello
Fasce e fondo: mogano laminato
Battipenna: no
Manico: mogano sezione ‘C’
Tastiera: palissandro
Amplificazione: Fishman Sonitone Pickup System con controlli alla buca di volume e tono
Meccaniche: a ingranaggio aperto tipo butterbean
Larghezza al capotasto: 46 mm
Scala: 645 mm
Tasti: 20
Colore: natural
Custodia: no
Prezzo: € 333 street price

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui