Chitarra acustica – Vincenzo Santochirico modello ‘Luna’

0
327

(di Dario Fornara) – Vincenzo Santochirico costruisce principalmente chitarre classiche e modelli crossover con corde in nylon, ma il suo talento si esprime anche nella realizzazione di chitarre acustiche, come dimostrato da questa sua small jumbo modello Luna, una steel che trae ispirazione dalle morbide forme di un celebre modello di casa Olson.

santochirico-lunaColpisce da subito proprio l’ergonomia dello strumento: il formato mini jumbo ritengo che sia tra i più belli esteticamente, oltre ad essere tra i più versatili a livello funzionale, permettendo una grande comodità e un ottimo bilanciamento timbrico. La chitarra è stata realizzata utilizzando un’accoppiata di legni abbastanza inusuale, cedro per la tavola armonica e mogano per fondo e fasce; è abbastanza difficile infatti trovare strumenti di questo tipo nei cataloghi della produzione industriale, mentre lo è meno nel mondo della ‘vera’ liuteria, una cosa che quindi la rende ancora più interessante e che mi ha spinto a chiederla a Vincenzo per una prova. I legni utilizzati sono tutti chiaramente masselli, la tavola e il fondo sono contornati da un bel binding in noce chiaro marezzato, con venature che lo rendono in realtà assai simile all’acero; la realizzazione generale è molto curata, il ponte ha un profilo particolarmente basso, la selletta in osso è compensata mentre i bridge pin sono piuttosto arretrati, all’interno della cassa è presente ancora una manciata di piccolissimi trucioli… la chitarra ha pochi giorni di vita ed è assolutamente fresca di laboratorio.

santochirico-luna-paletta-fronte

santochirico-luna-retro-palettaIl manico è realizzato in mogano, più precisamente un sandwich di diverse essenze (mogano, acero e palissandro) che dovrebbe renderlo oltre che più bello anche più stabile; il truss rod a doppia azione con accesso alla paletta permette di regolarne il relief in modo accurato. Per la tastiera è stato utilizzato dell’ebano macassar, i tasti sono di dimensioni medie, un binding – sempre in macassar – oltre ad impreziosire lo strumento impedisce agli stessi di sporgere dalle proprie sedi, magari nei secchi periodi di inizio primavera! Il nut in osso misura 46 mm, mentre l’interasse delle corde al ponte 58 mm, il diapason 645 mm. La paletta tradisce sicuramente la propria ispirazione, specialmente il retro tipicamente Olson; frontalmente è rivestita in palissandro brasiliano e il logo del liutaio al centro, intarsiato in madreperla, evidenzia l’ottimo livello di finitura a cui Santochirico ha abituato i propri clienti. Le meccaniche sono delle oneste Grover Butterbean, svolgono il loro lavoro dignitosamente, anche se il livello dello strumento meriterebbe a mio parere qualcosa di meglio.

santochirico-luna-retroIl suono di questa chitarra è potente, la timbrica morbida del mogano sapele si sposa meravigliosamente bene con la reattività e il dettaglio fornito dal cedro. Proseguo con la prova… le corde montate sono esauste, sicuramente ancora le originali utilizzate per il setup dello strumento; le cambio e invito l’amico Vincenzo ad offrirmi quanto prima una bottiglia di buon Nebbiolo per compensare il mio impegno. I bassi sono poderosi: con il plettro la risposta della quinta e della sesta corda risulta quasi imbarazzante, la mia pancia vibra vigorosamente insieme allo strumento! Con le dita si raggiunge facilmente un ottimo equilibrio timbrico, la dinamica a disposizione è tanta e senza troppa fatica si riesce a far cantare lo strumento con grande sostegno lungo tutta la tastiera; chi si aspetta la timbrica un po’ neutra del mogano rimarrà sorpreso dai colori a disposizione.

Lo shape del manico e la larghezza della tastiera mi sono familiari: una D schiacciata, che consente una buona presa senza affaticare la mano sinistra, e un’autostrada che lascia ampi spazi di manovra anche a chi ha dita lunghe come le mie. Non è stato montato nessun sistema di amplificazione ma, a richiesta, il liutaio potrà dotarla di quanto più ci piace. Vincenzo mi ha precisato che questa chitarra rappresenta in realtà uno studio per una prossima importante realizzazione, un modello simile ma con legni e finiture di ancora maggior pregio… uno strumento che attendo per una prova.
Un altro giovane liutaio italiano da seguire.

Dario Fornara
dariofornara1@alice.it
www.dariofornara.it

Scheda tecnica
Tipo: chitarra acustica small jumbo
Modello: Luna
Costruttore: Vincenzo Santochirico Guitars – Brescello (RE) – Italia
guitars.luthier@gmail.com
http://guitars-luthier.blogspot.it
Top: Western cedar
Fasce e fondo: mogano sapele
Binding: noce
Manico: sandwich di mogano kaya, acero, palissandro (paletta rivestita in palissandro brasiliano)
Tastiera: ebano macassar
Ponte: ebano, selletta e capotasto in osso
Amplificazione: no, a richiesta
Meccaniche: Grover
Larghezza al capotasto: 45.5 mm
Scala: 645 mm
Prezzo: € 2000 (prezzo base per il modello in oggetto)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui