Eko Infinito 018 EQ

0
772

(di Marco Alderotti) – Provare una chitarra del genere e – soprattutto – recensirla, non è certo cosa facile: appena vista, l’entusiasmo è salito a livelli preoccupanti e l’unica cosa che mi è venuta in mente è… «Wow!» Sì, lo so, la WOW è una serie di modelli sempre di casa Eko, ma qui siamo di fronte a qualcosa di eccelso e per alcuni versi inarrivabile. Stiamo parlando della nuova Eko Infinito 018 EQ. Sviluppata dal laboratorio R&D (ricerca e sviluppo) diretto dal master luthier Roberto Fontanot, la neonata di casa Eko promette performance di alto livello grazie a interessanti innovazioni dal punto di vista liuteristico. L’azienda negli ultimi anni ha rivoluzionato il proprio catalogo, costruendo chitarre ben fatte, con una grande suonabilità e con sistemi di amplificazione integrati, performanti e professionali.

Il modello Infinito è il top di gamma del settore acustico, presentato al NAMM 2019 e arrivato pochi giorni fa nei negozi italiani. È costruito rigorosamente in Italia, sfruttando in gran parte materiali provenienti dalla nostra terra. Presenta un piano armonico in abete massello delle nostre Alpi con catene interne sempre dello stesso materiale, mentre ponte, tastiera, paletta e parte della rosetta sono in noce nazionale. Per fasce e fondo la scelta è andata a favore dell’okoumè massello, legno proveniente dal Gabon molto figurato e simile al mogano, estremamente leggero e musicale. Anche il manico è in okoumè con una sezione a ‘C’ a basso profilo, comodo e scorrevole.

I 20 tasti di medie dimensioni sono rifiniti e lucidati alla perfezione e sulla tastiera sono presenti dot a forma circolare in madreperla, posizionati tra la quinta e la sesta corda. Il binding sul corpo della chitarra è realizzato in koa fiammato, mentre il disegno della rosetta è un susseguirsi del simbolo ‘infinito’ in madreperla su base in noce, idea geniale e di sicuro effetto.

Traversino e nut sono in fibra di carbonio, e dello stesso materiale sono costruite sia le meccaniche – progettate e realizzate da Roberto Fontanot in esclusiva per Eko – che le tre barre usate al posto del classico truss rod, prive di regolazione. Anche la verniciatura dello strumento è realizzata in Italia, a pochi chilometri dallo stabilimento Eko, con una finitura molto resistente e di minimo spessore, per un effetto a poro aperto gradevole al tatto e bello a vedersi.

Lo strumento ha il secondo bottone per la tracolla e un tacco smussatissimo, per arrivare agevolmente agli ultimi tasti. È amplificato con il sistema Fishman Flex Blend e, a corredo, viene fornita un’ottima custodia morbida deluxe imbottita. La costruzione è impeccabile e dentro la buca tutto è al suo posto, con una lavorazione che rasenta quasi il maniacale.

Appena imbracciata la chitarra, si rimane stupiti dal ‘peso piuma’ di soli 1,5 kg, per altro perfettamente bilanciati, che la rendono comoda da suonare in piedi come da seduti. Già dalle prime note il suono è nitido, con bassi definiti ma caldi, con sustain, volume e dinamica da vendere e – grazie al setup di fabbrica – la suonabilità è eccellente, senza provocare alcun tipo di affaticamento. Complice, oltre ad una action da corsa, anche la forma del body, denominata 018 ma del tutto simile a una triplo zero.

I risultati ottenuti sono di alto livello, qualsiasi tecnica si usi, con grande separazione delle note. La tenuta dell’accordatura è ottima, con meccaniche a parer mio rivoluzionarie e precisissime, con un rapporto 21:1. Il sistema di amplificazione è affidato al Fishman Flex Blend, controllato da tre minirotelline poste sulla spalla superiore, con volume generale, tono e controllo blend, più un minidisplay circolare per l’accordatore, azionato premendo brevemente il pot del volume. Collegata la chitarra al mio fido amplificatore, il divertimento è aumentato con un suono coinvolgente, equilibrato e versatile per qualsiasi genere musicale, grazie al piezo sottosella e al microfono a condensatore, miscelabili tramite il controllo blend.

Strumento azzeccatissimo, nato per durare una vita, con soluzioni tecniche innovative. In particolare, le tre barre in fibra di carbonio al posto del truss rod garantiscono stabilità anche sostituendo il diametro delle corde o portando la chitarra in accordature ‘basse’. D’altra parte viene fornito a corredo anche un traversino più alto, utilizzabile nel caso si decida di usare corde di calibro maggiore. Non c’è che dire, la Infinito mi è piaciuta molto e, sinceramente, il prezzo lo trovo attinente alla qualità dello strumento.

Un grande ritorno tutto italiano.

marcoalderotti1966@gmail.com

Strumento gentilmente concesso per la prova da Niccolai Grandi Magazzini della Musica di Vicopisano (Pisa )

Scheda tecnica

Eko Infinito 018 EQ

Tipo: chitarra acustica elettrificata naturale

Costruzione: Italia

Distributore: www.ekomusicgroup.com

Tavola armonica: abete massello italiano

Fasce e fondo: okoumè massello

Manico: okoumè

Tastiera e ponte: noce nazionale

Traversino e capotasto: fibra di carbonio

Meccaniche: fibra di carbonio

Elettronica: Fishman Flex Blend

Scala: 630 mm

Prezzo: € 1690 (IVA inclusa)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui