Josh Turner Guitar & The Other Favorites

0
111

(di Luigi ‘Grechi’ De Gregori) – Mi sono imbattuto nei The Other Favorites con questo video, l’arcinoto successo di Johnny Cash, “Folsom Prison”: https://youtu.be/Uk2aHGjOdlQ.

Il nome del gruppo – ‘Gli Altri Successi’ – dichiara esplicitamente di essere una cover band, anzi un duo, che si pone come obiettivo di ‘replicare’ tutti i grandi successi di ogni genere in veste prevalentemente acustica e chitarristica. Sentiamo allora, mi sono detto, come se la cavano con pezzi di stile differente, come per esempio “Life in the Fast Lane” degli Eagles: https://youtu.be/ZxczSpvKjAM.

Impeccabile l’esecuzione dal vivo, che mi ha dato lo stesso piacere dell’originale. Mi sono appassionato a questi due e ho iniziato a spaziare fra una gran quantità di video, pubblicati e registrati a partire dal 2017 da Joshua Lee Turner – alias Josh Turner Guitar, da non confondere col Josh Turner emergente star di Nashville – con il partner Carson McKee, a cominciare da “Don’t Think Twice, It’s All Right” di Bob Dylan: https://youtu.be/8URq7dffLEA.

Cominciano a delinearsi le qualità del duo: assoluto rispetto della versione originale, ma dando spazio – dopo la citazione puntuale del tema – a una improvvisazione mai invadente e all’apporto di armonie vocali. Così non mi sono fermato più, passando a “Operator” di Jim Croce, con la collaborazione di Reina del Cid e della sua musicista Toni Lindgren: https://youtu.be/1oP2X0yLfHY.

E poi “Sixteen Tons” di Merle Travis: https://youtu.be/oOl12mBzKKQ.

Quindi il solo Josh con “Graceland” di Paul Simon: https://youtu.be/NtYKjQLgnOs.

La varietà di stili, di timbriche (vocali e strumentali) di Josh continua a stupirmi. Eccolo nella sua improvvisazione “Acoustic Blues in D”, basata sulla melodia di “King Kong Goes to Tallahassee” di Bruce Cockburn: https://youtu.be/7sZp0XzHNJ8.

Inoltre non può mancare “Sultans of Swing” dei Dire Straits: https://youtu.be/w5SC1uIxXhk.

E poi un’assolutamente inaspettata “Girl from Ipanema” di buona fattura: https://youtu.be/hdSuigNFZKI.

E ancora uno strumentale flatpicking di sua composizione nello stile di Joel Mabus, “Flatpick Medley”: https://youtu.be/kvCAJHp3tFA.

Infine, voilà, un po’ di chitarra classica, con un suo arrangiamento del “Nocturne” Op. 55 n. 1 di Chopin: https://youtu.be/Ktmf2RD_GO0.

E il suo arrangiamento per due chitarre del divertente “Souvenir de Porto Rico” di Louis Moreau Gottschalk, suonato insieme a Phil Goldenberg: https://youtu.be/MZecTlcyBhw.

Ad ascoltare di seguito i dieci brani in elenco, si ha veramente la sensazione di ascoltare un album con dieci successi che scorrono piacevolmente uno dietro l’altro, eseguiti da vari artisti. La freschezza e la gioia con cui questi giovani affrontano le loro session domestiche o addirittura in ambienti impensabili, come le rive dell’oceano in tempesta o un camper, ce li fanno amare così come la loro grande competenza e musicalità. Sicuramente in futuro sentiremo ancora parlare di Josh Turner e dei suoi amici. Intanto le loro visualizzazioni stanno salendo in maniera importante: quest’estate stanno girando l’Europa (la data più vicina a noi è stata Monaco di Baviera il 10 agosto), e Josh ha un nuovo disco di brani originali, As Good a Place as Any. Eccone un assaggio, “Lady Bug”: https://youtu.be/M5P34RWZ3hk.

Per chi volesse, molto ancora è da scoprire: www.theotherfavorites.com; e, naturalmente su Facebook.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui