Maton EBG808TEC e EBG808C MicFix

0
87

(di Marco Alderotti) – Azienda australiana con oltre settant’anni di storia alle spalle, Maton oggi è diventata un marchio di riferimento per molti musicisti grazie a strumenti di altissima qualità, proposti a prezzi accessibili. La linea produttiva si divide in chitarre elettriche, acustiche e ukulele, ma tutto sommato il settore acustico è quello con maggior richieste, visti anche i molti endorser di fama mondiale che utilizzano queste chitarre. Sicuramente però Tommy Emmanuel e l’amico e connazionale Michael Fix hanno contribuito maggiormente alle vendite, grazie ai loro modelli signature disponibili a catalogo. E sono proprio queste due versioni, tra l’altro molto simili, che andremo a testare.

Maton EBG808TEC

La Maton EEBG808TEC è la nuova versione della 808 per Tommy Emmanuel, qui con spalla mancante. Il top è realizzato in abete Sitka massello di grado AAA, dalle venature aperte e longilinee, mentre per fasce e fondo è stato usato dell’ottimo acero della regione australiana del Queensland. Anche il manico è in acero del Queensland, molto scorrevole e dalle dimensioni contenute, con un nut di soli 44,1 mm, che per il sottoscritto costituisce un puro divertimento tanto è comodo. Per la tastiera e il ponte è stato usato il pau ferro, e sulla stessa, oltre ai semplici dot in madreperla a forma circolare, è presente al XII tasto il consueto stemma CGP (Certified Guitar Player), anch’esso del medesimo materiale, mentre nut e traversino sono realizzati in osso naturale. La paletta, dal design semplice ed elegante, monta delle ottime meccaniche Grover cromate, dal funzionamento molto scorrevole e preciso; e sulla stessa, oltre al nome del brand, è presente un simpatico canguro, entrambi realizzati in madreperla.

I 21 tasti disponibili sono i piccoli Dunlop 6260, posati e rifiniti alla perfezione, mentre sul top della chitarra è presente il classico battipenna a forma di goccia in tortoise color. Il corpo dello strumento, sia sopra che sotto, sfoggia un semplice ma elegante binding color avorio, alternato a fili neri. La chitarra ha finitura satinata, di serie viene fornita una comoda custodia rigida e, come sistema di amplificazione, è presente il pluridecorato AP5 PRO.

Lo strumento è molto leggero e ben bilanciato, grazie a pesi ben distribuiti, con una suonabilità davvero sopra la media, considerando l’ottimo setup di fabbrica. In versione unplugged non ha molto volume, ma la sua voce è tutto sommato più che ragionevole, con un timbro spostato verso i medio-alti. Amplificata è una vera macchina da guerra, con un attacco micidiale e un suono equilibrato e definito. Sia che si suoni con le dita, con il plettro o meglio ancora con il thumbpick, i risultati ottenuti sono di gran classe, con un occhio di riguardo agli amanti del Chet sound. Consigliata a ‘dismisura’ per fingerstyle a suon di bassi alternati ma, grazie alla versatilità dell’AP5 PRO, anche per molti altri generi musicali, strumming compreso.

Maton EBG808C MicFix

Presente già da alcuni anni, la Maton EBG808C MicFix è uno tra i modelli di punta della gamma 808, molto simile alla precedente come caratteristiche costruttive. Ha tavola in abete Sitka massello di grado AAA, mentre per fasce e fondo è stato usato l’acero del Queensland dalle venature appariscenti e molto belle esteticamente. Dello stesso legno è realizzato il manico con un nut di 44,1 mm, stretto, ma confortevole e velocissimo. Per tastiera e ponte la scelta di Michael è andata a favore dell’ebano, dalle venature compatte e sicuramente di gran qualità. Sulla tastiera sono presenti dei simpatici dot a forma di fiocco di neve in madreperla, mentre la paletta presenta un simpatico ed elegante foro con sottostante il nome del brand; sulla stessa, sono montate delle ottime meccaniche Grover, qui in finitura gold. I 21 tasti sono anche in questo caso i Dunlop 6260, perfettamente installati. Sul corpo della chitarra è presente un binding con un mix a tre filetti, contornato dal blackwood. Per nut e traversino, anche qui la scelta è andata a favore dell’osso naturale, ed è presente il classico battipenna a forma di goccia. La chitarra è amplificata di serie con il sistema AP5 PRO ed è dotata di custodia rigida.

Come per la ‘sorella’, la finitura satinata è ben applicata, ma con il tempo tende a lucidarsi velocemente, in particolare con le parti a contatto con il corpo: particolare che a parer mio dona ancor più fascino alla chitarra. La realizzazione è impeccabile: anche dentro la buca tutto è al suo posto, senza sbavature e imperfezioni.

Da spenta e usando un plettro abbastanza spesso, la chitarra sprigiona un timbro ricco, pieno, con alti molto in evidenza, ma tutto sommato musicali. Il volume anche qui non è eccessivo, considerando le dimensioni dello strumento contenute e trattandosi di una cutaway, ma sicuramente con il tempo aumenterà grazie agli ottimi legni utilizzati. Collegata al fido amplificatore, il timbro che riempie la stanza è di gran carattere già con i controlli flat. Thumbpick, plettro o sole dita, i risultati sono assicurati con un suono dinamico, presente, ricco e molto performante, grazie ai bellissimi alti che bucano nel mix come pochi. Con questo non voglio dire che i bassi restino indietro, tutt’altro. Le frequenze ci sono tutte, ma ‘condite’ diversamente e con gusto e carattere. Anche le tecniche moderne come percussioni, tapping e armonici sono passate a pieni voti.

Conclusioni

Difficile scegliere fra queste due signature, ma invito – se vi capita – a provarle accuratamente e possibilmente con il vostro ampli. I nomi che portano sono diventati una leggenda del chitarrismo mondiale ma, al di là di questo, è meglio lasciarsi guidare dalle orecchie e dal cuore.

marcoalderotti1966@gmail.com

Strumenti gentilmente concessi per la prova da Niccolai Grandi Magazzini della Musica di Vicopisano (Pisa).

Scheda tecnica

Maton EGB808TEC

Tipo: chitarra elettroacustica

Costruzione: Australia

Top: abete Sitka massello grado AAA

Fondo e fasce: acero Queensland

Manico: acero Queensland selezionato

Tastiera e ponte: pau ferro

Nut e traversino: osso

Meccaniche: Grover Rotomatic cromate

Finitura: satinata

Elettronica: AP5 PRO

Prezzo: € 2090 (IVA inclusa)

Distributore: www.maton.com

Scheda tecnica

Maton EBG808C MicFix

Tipo: chitarra elettroacustica

Costruzione: Australia

Top: abete Sitka massello grado AAA

Fondo e fasce: acero Queensland

Manico: acero Queensland selezionato

Tastiera e ponte: ebano

Nut e tra versino: osso

Meccaniche: Grover Rotomatic Gold

Finitura: satinata

Elettronica: AP5 PRO

Prezzo: € 2178 (IVA inclusa)

Distributore: www.maton.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui