Franklin Guitar Company

11
69

nick-01435 anni fa la “Franklin Guitar Company” era un piccolo laboratorio con 5 dipendenti. Le chitarre che costruivo erano copie di una originale Martin OM , molte di queste sono state vendute in negozi di strumenti musicali. Le vendite andavano bene ed io non cercavo niente di nuovo. Il mio atteggiamento cambiò verso la fine degli anni 70 quando Stefan Grossman mi contattò a proposito di una mia chitarra che aveva suonato in un negozio. Certamente gli piacque molto quello strumento, ma stava cercando qualcosa di un po’ diverso.

Fui felice di costruire per Stefan una chitarra con le caratteristiche da lui richieste e lui fu contento del mio successo. Così iniziai a “personalizzare” le mie chitarre, non soltanto con un nuovo intarsio o con diverse dimensioni del manico, ma lavorando su suono e suonabilità.

Stefan mostrò la sua Franklin a un suo amico, John Renbourn. Anche lui aveva diverse idee e preferenze su ciò che avrebbe voluto su una chitarra. Così costruii la chitarra anche per John e capii di avere un talento nel soddisfare l’esigenze dei chitarristi.

Il motto era: considerare le esigenze di ogni cliente come modello unico. Un esempio recente di ciò è El McMeen, che ama suonare in accordature diverse abbassando le corde. El mi chiese di costruire la sua chitarra esclusivamente per queste accordature. Questa chitarra è molto leggera e non potrebbe essere accordata in modo “standard”, in DADGAD (accordature con le corde accordate più basse) è incredibile, la sua grande risposta la distingue dalle altre chitarre.

Devo riconoscere che la mia abilità ed il mio approccio nel costruire chitarre è maturato attraverso gli anni. Ma questo è il tipico effetto del passare del tempo ed è un lungo percorso. I musicisti che ho citato (ed anche tanti altri), hanno arricchito la mia carrierà ed ispirato la mia creatività.

Le mie chitarre differiscono da quelle “industriali” perché sono fatte dalle mie mani per le vostre mani. Credo che ciò che mi distingue particolarmente dagli altri liutai è il mio “istinto” verso il legno. Anche se ho dei modelli standard, considero ogni chitarra che faccio come una chitarra personalizzata e costruita per un soddisfare le specifiche esigenze di un chitarrista.

Naturalmente tutte le mie chitarre hanno qualcosa di simile che le contraddistingue: il peculiare”suono Franklin”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui