Bigrock Engineering Power Pins

0
233

(di Gavino Loche) – Come se, a confondere i chitarristi acustici più curiosi, non bastassero i bridge pins (piroli) in ebano, palissandro, legno di serpente, osso, corno, ottone, tusq, titanio, marzapane ecc… Ora ci si mettono pure i Power Pins. Ma cosa sono questi ‘super piroli’ prodotti dalla Bigrock Engineering? In realtà non sono neanche veri e propri piroli, ma un’ingegnosa alternativa all’uso di questi ultimi (acerrimi nemici della maggior parte dei chitarristi: chi non ha mai combattuto contro uno di loro… scagli la prima corda!).

PPin5Montaggio
Si installano senza eseguire nessuna modifica sulla chitarra. È sufficiente inserirli nei fori del ponte e avvitare, con la chiave a brugola (in dotazione), le viti.
Il montaggio delle corde è semplicissimo: basta infilare la corda nel taglio laterale dei Power Pins, tirarla in modo da bloccare l’anello di fine corda (string ball end) e il gioco è fatto!

PPin6Conclusioni
Ho montato i Power Pins sulla mia fedele Lakewood M-18 e non vi nascondo che all’inizio ero un po’ scettico sui vantaggi di questo sistema, ma ho notato effettivamente un aumento del sustain, maggiore definizione e brillantezza del suono, anche dovuti al materiale utilizzato per la loro costruzione.
Altro vantaggio dei Power Pins è la facilità del cambio corde che, per i più pigri (come me), è un motivo più che sufficiente per utilizzarli.

Il prezzo è di circa 50 € (49,95 $ nel loro sito) e sono disponibili nelle finiture: Chrome, Black Chrome e Gold.

Gavino Loche

PUBBLICATO

 

 

 


Chitarra Acustica, 01/2015, p. 48

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui