Chitarra Acustica: Dagli States all’Italia e ritorno

0
580

LIVE STREAMING CON BEPPE GAMBETTA, RENO BRANDONI E STEFANO TAVERNESE

 

Un viaggio nella storia della chitarra acustica dagli anni ’70 ad oggi, passando per gli artisti, le esperienze, i tour, l’editoria e le chitarre insieme a 3 grandi ospiti: Beppe Gambetta, Reno Brandoni e Stefano Tavernese.

Cari appassionati di chitarra e in particolare di acustica e fingerstyle (ma non solo!), dopo aver trattato giorni fa i modi per registrare le proprie performance acustiche in casa, il prossimo mercoledì 13 maggio alle ore 14.30 vi offriamo un appuntamento da non perdere assolutamente: una diretta live sui nostri canali Facebook e YouTube insieme a tre personalità che hanno scritto pagine davvero importanti del mondo a 6 corde, sia dal punto di vista musicale che da quello del giornalismo specializzato.

Il nostro Thomas Colasanti avrà infatti il piacere di organizzare il live streaming insieme a Beppe Gambetta, Reno Brandoni e Stefano Tavernese, quest’ultimo oramai da tempo membro stabile del team di Musicoff.
Con loro parleremo dei padri del genere acustico fino alle ultime evoluzioni moderne, sia per quanto riguarda gli stili musicali, sia per ciò che concerne gli strumenti e le tecniche per suonarli, che si sono fatte negli anni sempre più elaborate e raffinate.
Il focus principale della puntata sarà: cosa significa dedicare un’intera vita alla musica?

Avviate intanto il player qui sotto e cliccate sulla campanella in basso così da ricevere una notifica prima dell’inizio della diretta. Ovviamente, se non siete ancora iscritti al canale YouTube di Musicoff non perdete tempo e iscrivetevi subito per restare aggiornati su tutte le iniziative future.

Beppe Gambetta è un nome che pesa davvero moltissimo sulla bilancia della chitarra e della musica, un musicista di cui possiamo andare orgogliosi a livello internazionale, ritenuto non a caso in tutto il mondo uno dei più dotati player acustici degli ultimi decenni.
Da giovane chitarrista genovese letteralmente stregato dalle note del blues e più in generale della “Roots Music” americana, Gambetta ha costantemente evoluto il suo stile e la sua musica, pur non rinunciando mai alle sue origini visto il recupero di tanti autori e musiche del nostro Bel Paese, ad es. il virtuoso Pasquale Taraffo, a cavallo tra ‘800 e ‘900, nonché il bellissimo lavoro in dialetto con arrangiamenti per sola chitarra dei brani di Creuza de Mà del suo conterraneo Fabrizio De André.

Gambetta è l’ideatore dell’Acoustic Night, grande evento che da ormai due decenni riunisce al Teatro della Corte di Genova un foltissimo pubblico di artisti sul palco e di appassionati nel pubblico, entrambi provenienti da ogni parte d’Europa, spettacolo che purtroppo quest’anno non terrà il suo 20° appuntamento a causa dell’emergenza coronavirus.

La fortuna di Gambetta è stata, però, soprattutto negli USA, una fama consolidata grazie alle numerose tournée, alle partecipazioni ai più prestigiosi festival statunitensi e all’attività didattica nell’ambito di seguitissimi workshop, in particolare quelli sul “flatpicking”.
Il flatpicking, ne parleremo anche durante la diretta, si riferisce all’uso di una chitarra con corde di metallo suonata con il plettro (piatto). Come stile si fa riferimento alla musica Country e Bluegrass, con una dinastia che parte da Doc Watson, passa per Clarence White (un vero innovatore, poi chitarra elettrica con i Byrds) e arriva a Tony Rice, sofisticato caposcuola negli ultimi trent’anni.

Gambetta nel corso della sua carriera ha avuto l’opportunità di suonare con i più grandi artisti della scena folk internazionale, quali, per citarne alcuni, Doc Watson, Tony Trischka, Gene Parsons, Norman Blake, David Grisman. Non dimentichiamoci poi dei Men of Steel, con Dan Crary, Tony McManus e Don Ross, un vero e proprio “fab four” delle sei corde che ha riscosso unanimi consensi di pubblico e critica in tutto il mondo.

Autore di undici dischi – e il dodicesimo è pronto per la pubblicazione – e di un DVD “live”, nonché di svariati libri e video didattici, Gambetta è oggi considerato dagli stessi maestri americani un loro pari, degno continuatore di una tradizione musicale sempre viva e in continuo sviluppo.

Reno Brandoni ha dedicato gran parte della sua vita al Fingerpicking, cioé quelle tecniche di arpeggio nella scuola nordamericana sviluppatesi soprattutto nel dopoguerra grazie a Merle Travis e poi Chet Atkins.
Negli anni ’80 ha collaborato con i più importanti chitarristi dell’epoca come Stefan Grossman, John Renbourn, Duck Baker, Dave Van Ronk. La sua attività concertistica lo ha visto esibirsi con questi musicisti nei più grandi teatri italiani.
Nel 2000 ha fondato il sito web Fingerpicking.net, che ha incontrato il favore di migliaia di chitarristi.

La sua carriera si divide – o meglio, si completa – tra musica ed editoria, con la pubblicazione degli album Bluesando (1984), Zingarom (2005) e Yelda (2006), e quella di vari metodi didattici e moltissime trascrizioni a livello internazionale.
I suoi scritti sono stati editi per Fingerpicking.net o in collaborazione con case editrici come Antropos e Curci, per quest’ultima anche dedicate ai più piccoli come quel bel Una classica serata Jazz recensito sulle nostre pagine.

Oltre a tutta questa già corposa attività, Reno è anche l’ideatore della serie di chitarre Effedot e ha fondato la rivista specializzata Chitarra Acustica con cui abbiamo il piacere di collaborare mensilmente.

Stefano Tavernese, infine, non dovrebbe aver bisogno di presentazioni, essendo una delle firme più autorevoli qui su Musicoff oramai da anni: con lui condividiamo uno splendido rapporto umano e professionale, che ha portato nel nostro team una fortissima dose di cultura e professionalità.

Il suo mondo acustico inizia al Folkstudio con l’amore per il Country, il Bluegrass, poi Blues e Swing, con violino, mandolino, chitarra e altri strumenti. Dopo una lunga carriera che lo ha portato anche sul palco della PFM, dei Gang e dell’Orchestra Italiana di Renzo Arbore, negli ultimi anni la sua attività musicale si è concentrata come chitarra e voce nel duo River Blonde, insieme all’eclettico Armando Serafini, quest’ultimo in veste di percussionista – anzi un “percuoti-tutto” – ma anch’egli un vero asso della chitarra acustica.

Parallelamente alla musica, Stefano è un nome importante nell’editoria italiana musicale specializzata, la sua attività come giornalista e autore è ampiamente documentata, soprattutto grazie alla direzione della trentennale rivista Chitarre.
Come autore siamo felici anche di anticiparvi che è in arrivo un nuovo libro dedicato al mandolino blues, di cui vi forniremo prossimamente notizie più dettagliate e motivo ulteriore per seguire la diretta di mercoledì.

Infine, ricordiamo che Tavernese è uno dei maestri certificati della piattaforma Laboratorio Musicale Varini, con già due corsi: FIBA, corso di fingerpicking di base, e FIAD, corso di fingerpicking avanzato.

Pensiamo quindi di avervi dato tutti i motivi di seguire la diretta di mercoledì 13 maggio alle ore 14,30, segnatevi la data sul calendario e rimanete con noi per scoprire la vita e la musica di questi 3 grandi maestri della chitarra acustica.
Come al solito vi ricordiamo che le nostre dirette sono interattive, cioé potrete porre in tempo reale le vostre domande e gli ospiti saranno felici di rispondervi!

Vi aspettiamo!

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui