domenica, 20 Giugno , 2021

Del rispetto e della libertà

Del rispetto e della libertà

Un coro di ovazioni e approvazioni per il buon Fedez al ‘Concertone’ del Primo Maggio. Anch’io sono stato sorpreso dal coraggio e dalla sfrontatezza di questo personaggio, che a dire il vero mi sta abbastanza simpatico. Non c’era nulla di sbagliato nelle sue parole, e credo che alcune frasi da lui citate siano assolutamente da censurare e da combattere, perché non si basano su opinioni ma su pregiudizi.

«Brucerei mio figlio»… non perché mi fa arrabbiare o sono in disaccordo con lui, ma perché appartiene a una categoria ‘diversa’. È ovvio che il termine bruciare non è accettabile, perché evoca momenti molto tristi della nostra storia e della nostra civiltà.

Anche se mi verrebbe in mente di citare la Bibbia e Abramo…

Probabilmente, cento anni fa, il povero ragazzo sarebbe stato minacciato di ‘incenerimento’ perché mancino, perché portava gli occhiali, perché aveva la erre moscia… o per tutte quelle cose che un secolo fa non erano ‘normali’ e rendevano diversi. La storia però ci ha insegnato ad accettare queste diversità, che di ‘anormale’ non avevano nulla. Così le incipienti calvizie, nascoste da osceni parrucchini, poterono essere mostrate con orgoglio e non più con timore e vergogna. E c’è stato chi, avendo tutti i capelli, ha cominciato a radersi a zero perché era più trendy. O chi, in Giappone, ancora oggi inforca le montature degli occhiali senza lenti, perché fa figo.

La diversità adesso fa moda, perché rende unici, particolari. E in un mondo che tende all’appiattimento della fantasia, ciò che non è usuale attira di più l’attenzione. Una dottoressa, che lavorava in un reparto di pazienti HIV, mi confessò un giorno che da quando era stato scoperto e somministrato un farmaco che bloccava la malattia, molti ragazzi si facevano infettare perché era ‘alla moda’ dichiararsi ‘positivi’.

Ora arriviamo alle note dolenti, che necessitano di una premessa: non c’è dietro nessun intento politico e nessuna simpatia o antipatia verso alcuna forza politica. Vorrei cercare di scrollarmi di dosso quell’odiosa abitudine di seguire le correnti, per cui solo coloro che io voto possono dire cose intelligenti, mentre gli altri diranno sempre e soltanto cose stupide e inutili. Credo che la libertà nasca proprio dal poter apprezzare l’uomo per il suo pensiero, e non per la sua appartenenza. 

Purtroppo, ho imparato che le chiacchiere, gli editti, le grandi denunce, si risolvono spesso in clamori mediatici utilizzati per creare frotte di seguaci, i quali non vedono l’ora di poter seguire questo o quel pensiero e poter finalmente gettare odio e disprezzo dall’altra parte. 

La facoltà di dire o di fare ciò che ci pare, ci rende liberi sia nel bene che nel male. Ma è il senso di civiltà che deve dettare le regole, il nostro comportamento quotidiano, la nostra cultura, la nostra visione del mondo. Lo stesso Fedez ha rinnegato le sue vecchie canzoni, spiegando la sua evoluzione e il mutamento della sua visione su certi temi. Non ha avuto bisogno di nessuna legge, né tantomeno di fonti d’ispirazione. È cresciuto, nella maturità, nella cultura, nella consapevolezza, e ha potuto manifestare le sue idee. Riconoscendo quelle che oggi, per lui, sono sbagliate. Non vorrei che, nel tentativo distorto di una difesa, si creasse una nuova ‘regola’.

Simile alle ‘quote rosa’, in ragione delle quali il diritto esisterebbe grazie all’appartenenza a una categoria e non grazie alla capacità. 

Mi dispiacerebbe che le parole rimanessero frasi al vento, e che il carrozzone avesse compiuto solo un nuovo giro di giostra. Ecco, io forse farei una legge sul rispetto e sulla libertà, così che nessuno possa essere limitato per le sue idee, per la sua appartenenza a una diversa etnia, razza o religione.

Ma questo, per fortuna, esiste già nella nostra Costituzione. Basta non dimenticarlo.

Forse oggi era meglio una gita al mare…

Buon fingerpicking!

Reno Brandoni

Editoriale Chitarra Acustica Maggio 2021

Related Articles

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Stay Connected

21,988FansMi piace
2,819FollowerSegui
17,900IscrittiIscriviti

Ultimi Articoli