Giglio Fiorentino – Musiche per orchestra a plettro nella Firenze di fine ’800

0
33

Ensemble Da Camera Gino Neri

Ensemble-Gino-Neri_Giglio-fiorentino-coverCon questo disco ci viene offerta una vera rarità. Ci troviamo, infatti, di fronte a una serie di opere originali per orchestra a plettro, cioè quel particolare ensemble in cui le varie sezioni orchestrali sono formate da mandolini e da strumenti da esso derivati, come la mandola, il mandoloncello e il mandolone, con l’aggiunta poi di chitarre, arpe, e vari strumenti a plettro o a pizzico che ne ampliano la gamma sonora. Dopo che grandi compositori come Vivaldi, Mozart e Beethoven scrissero importanti pagine in cui il mandolino fu protagonista assoluto, a partire dal primo decennio dell’800 l’interesse per questo strumento andò progressivamente scemando. Ma dalla seconda metà del XIX secolo, in tutta Europa, cominciarono a nascere spontaneamente ensemble a plettro e a pizzico, in cui anche la chitarra – che in parte aveva seguito le sorti del mandolino – trovò stabile collocazione. Il mandolino ritrovò quindi il suo secondo periodo d’oro e varcò l’Atlantico con i migranti italiani. Famosi liutai perfezionarono la tecnica costruttiva dello strumento (Vinaccia e Calace) e grandi concertisti ne pubblicarono moderni metodi di studio (Munier, Calace, Ranieri), nonché numerose composizioni ad opera di molti musicisti di fine Ottocento (Bellenghi, Bianchi, Graziani-Walter, Munier). La presente produzione vuole riproporre, alla distanza di oltre un secolo dalla loro composizione, alcune suggestive pagine dei più rappresentativi autori gravitanti attorno a Firenze, la città che nella fine dell’800 aprì le porte all’epoca d’oro della rinascita del mandolino in Italia e nel mondo. L’orchestra «Gino Neri», fondata nel 1898, fu protagonista di quel periodo di splendore, ed è ancor oggi una delle più longeve tra le formazioni orchestrali a plettro. Da tale orchestra, è nata nel 1997 la formazione cameristica Ensemble da Camera Gino Neri (circa 20 elementi), diretta dal Maestro Giorgio Fabbri con lo scopo di valorizzare il repertorio di musica originale per strumenti a plettro.

Gabriele Longo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui