Madame Guitar

0
57

Festival Internazionale di Chitarra Acustica
XI edizione – Tricesimo (UD) – 23-24-25 settembre 2016

È al via la XI edizione di Madame Guitar, con rinnovato entusiasmo e la stessa voglia di offrire al pubblico internazionalità, qualità e varietà. Si terrà dal 23 al 25 settembre a Tricesimo, periferia di Udine, dove è nata e si è sempre svolta. Ospiterà 23 formazioni da 12 paesi di 5 continenti, per un totale di 26 concerti tra piazza, locali e il Teatro Garzoni. Nessun concerto in contemporanea con un altro, e solo quelli in teatro a pagamento.

La serata di venerdì 23 si aprirà con una leggenda del folk est-europeo, i serbi d’Ungheria Vujicsics, storico gruppo fra strumenti a corda e ritmi balcanici, seguìti dalla scatenata australiana Minnie Marks, chitarra blues e voce alla Joplin. Poi uno dei clou dell’intero festival, l’inedito progetto Blues for Two, realizzato dal sempreverde Bobby Solo con la giovane e bravissima chitarrista emiliana Silvia Zaniboni. Finale travolgente con il quartetto palermitano Tamuna, canzone d’autore in torrida salsa mediterranea.

Sabato mattina alle 11 ci penseranno ancora i Vujicsics a svegliare la piazza, seguìti dal soul mediterraneo dei pugliesi Esmeralda & Lillo Trio, assenti last minute l’anno scorso.

Il ricco pomeriggio si aprirà con il primo fingerstylist, Matteo Gobbato, seguìto dal duo cantautorale friulano Lino Straulino & Stefano Fedele, tra Friuli e West Coast, e dal ritorno al festival del sempre più bravo Lorenzo Favero. Per chiudere, il folk underground friulano di Sylvia & the Fishes on Friday e, dopo di loro, ancora Balcani con il sevdah del notevole quintetto sloveno-bosniaco Sedef.

Esmeralda & Lillo Trio saranno ancora i protagonisti per un concerto aperitivo alle 19 presso il ristorante-pizzeria Autogrill.

Ricco anche il sabato sera, aperto dal progetto La memoria dell’acqua del piemontese Enrico Negro, seguìto dall’iraniano-canadese Maneli Jamal e dal dolce Nibs Van Der Spuy, cantautore sudafricano beniamino del festival. Chiuderà la serata la preziosa presenza del fondatore dei Dire Straits, David Knopfler, accompagnato al piano e alla chitarra dall’amico d’infanzia Harry Bogdanovs.

davidknopfler

Domenica mattina si inizierà alle 10.30 con una conversazione del direttore di Chitarra Acustica, Andrea Carpi, sulla storia della chitarra acustica, mentre la musica partirà alle 11.30 con il fingerstyle di Alberto Lombardi e il quartetto di Benito Madonia, fra blues, Mediterraneo e Pino Daniele.

Pomeriggio con il fingerstyle italiano di RafQu, il trio neofolk guidato dal giovanissimo cantautore carnico Alvise Nodale, per chiudere con lo svedese Mats Hedberg e il suo nuovo disco True Temperament, e ancora Nibs Van Der Spuy.

Serata finale aperta dalla solennità delle composizioni a tema storico del fingerstylist polacco Karl Koch, cui seguirà il quartetto bluegrass italo-francese-americano The Musi Mountain Boys con Jean Marie Peschiutta e Massimo Gatti: dopo una breve e ormai tradizionale pausa conviviale con il pubblico, seguirà la partecipazione al festival della cantautrice e valida chitarrista ligure Giua, che presenterà il nuovo album E improvvisamente. Per finire in gloria ci sarà lo schioppettante Tama Trio (Mauro Palmas, Nando Citarella e Pietro Cernuto) e l’undicesimo Madame Guitar terminerà con il consuento canto della canzone di Sergio Endrigo che gli dà il nome, eseguita da tutti i musicisti presenti al festival.

Come sempre anche mostre di liuteria di pregio, dischi e oggetti da collezione, incontri per le scuole e momenti di relax a tavola con gli artisti.

Info e prenotazioni: tel. 348-8138003, info@folkclubbuttrio.it.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui