È online “Chitarra Acustica” n. 01/2017

0
23

È online il numero 01/2017 di Chitarra Acustica, di cui potete leggere l’editoriale di presentazione e che potete sfogliare, scaricare o richiedere nella sua versione cartacea su chitarra-acustica.net o nei migliori negozi di strumenti musicali.

L’affanno e la passione
Si è appena concluso il 2016. Era un anno bisestile, un anno che di solito terrorizza i più superstiziosi. Noi lo abbiamo passato seguendo sempre di più istinto e passione, e non abbiamo sbagliato.

Avevamo iniziato con Francesco De Gregori, nel novembre 2015, ad aprire una nuova serie di articoli dedicati alla musica d’autore italiana, cercando quei personaggi che avessero la nostra medesima passione per la chitarra acustica. La sfida era quella degli articoli ‘lunghi’, approfonditi. Nessuno più lo fa, perché sembra che il testo ormai debba essere veloce e scorrevole, pronto per il web. Noi, come sempre un po’ ‘nostalgici’ e in controtendenza, abbiamo invece creduto bene che raccontare un percorso meriti più attenzione e spazio. Abbiamo creduto che chi acquista una rivista, debba pur sempre amare la lettura. Così abbiamo sviluppato anche fino a dieci e più pagine per ogni intervista, approfondendo i temi a noi più cari. E da De Gregori siamo passati a Carmen Consoli, Niccolò Fabi, Ron, Vinicio Capossela. Ognuno di loro ha parlato del proprio rapporto con le chitarre acustiche, regalandoci il piacere di scoperte inaspettate.
E questo 2017 prosegue ancora su questa linea editoriale: per iniziare l’anno, vi proponiamo una lunga storia narrata da Luciano Ligabue a Reno Brandoni, in un nebbioso pomeriggio di dicembre.

Il 2016 è anche stato l’anno delle Effedot, il progetto delle chitarre social@smart. Siamo riusciti a incuriosire il mercato con il nostro progetto ‘alla portata di tutti’. E dopo i primi modelli, presentati nel maggio del 2016, il 2017 si apre con la nuova serie ‘2’ e con i modelli amplificati. Visto il grande interesse, credo che quest’anno ne vedremo veramente delle belle!
Il mercato mostra d’altra parte segnali di grande affanno, e proseguire sembra essere sempre più difficile per chi lavora nell’ambito musicale. Spesso solo la passione riesce a tenere in piedi attività e progetti che, altrimenti, fallirebbero sopraffatti dai risultati finanziari. Questo non riguarda solo l’editoria, ma tutto il mercato che gira intorno al settore musicale.

Approfitto così di questo numero di inizio anno, per ringraziare di cuore i sostenitori di Chitarra Acustica. Con il loro contributo annuale e sottoscrivendo l’abbonamento, testimonianza della loro passione, ci permettono di proseguire in questo complesso e arduo percorso, fatto di corde e sudore, speranza ed entusiasmo.

Grazie e buon 2017!

Andrea Carpi

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui