Perché la chitarra?

10
83

Vi sarà capitato di pensare… «mannaggia, la chitarra è uno dei pochi strumenti che non si sentono, in un’orchestra!» Oppure… «spendo tanti soldi per avere uno strumento che suona bene, e poi quello che finisce per contare quando suono in un concerto, è il sistema di amplificazione, più della qualità dello strumento!» E ancora, chissà quanti chitarristi classici, che ancora storcono il naso di fronte a bucare una Gran Concerto o s’incazzano per il feedback, o pensano che hanno scelto uno strumento troppo poco sonoro per la maggior parte degli ambienti.
Già un mandolino ‘strilla’ molto di più, non parliamo del piano o del violino.

Giovanni Pelosi ad Acoustic Franciacorta 2012 (foto Elio Berardelli)

Non ci sarà un’altra ragione, oltre alle prime che ci vengono in mente, per cui la chitarra è lo strumento più suonato, più amato?
È facile da trasportare, è ragionevolmente economica… okay.

Ma, questo è un pensiero che, nonostante l’età, mi ha folgorato come succede più spesso ad un bambino nelle sue prime scoperte: il suono della chitarra è adeguato al suono della voce umana.
Non c’è nessuno strumento così proporzionato per accompagnare il canto, ecco cos’è.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui