È difficile vivere lontani

0
139

(di Peppino D’Agostino) – Come sapete, molti dei miei familiari sono in Italia e parecchi cugini a Roma e vicinanze. Vi sono vicino in questo momento difficile per l’Italia. Questa è una crisi assolutamente globale e anche qui in America il numero di casi di persone affette dal virus sta purtroppo crescendo moltissimo.

Parlo spesso con mio fratello Piero a Torino, che mi tiene informato sulla situazione in Italia. Queste conversazioni mi giovano parecchio, perché è difficile vivere lontani per degli emigrati come me, quando ci sono dei momenti di grande crisi come quelli che stiamo vivendo. Mi rasserena pensare che i miei compatrioti Italiani stiano facendo tutto quello che è possibile per far diminuire i decessi e il pericolo di contagi.

Sono contento che pubblichiate questo numero speciale, dove i chitarristi possono parlare liberamente di qualsiasi cosa. Mi unisco al gruppo e vi racconto quello che sta succedendo qui da me, e un po’ della mia giornata in questo momento particolare.

Come molti altri miei colleghi, ho dovuto cancellare tournée e seminari, ma anche lezioni private. Questo rende tutto più difficile, economicamente parlando, ma presenta anche una sfida su come sfruttare al meglio il tempo che adesso ho nelle mie mani. Sto cercando di imparare nuovi software e macchine fotografiche, che mi consentano di fare video maggiormente ad alta fedeltà. Sto costruendo un mio spazio online dove insegnare la chitarra e un curriculum studiato specificamente per la chitarra acustica. Sto creando dei video nei quali suono dei brani che ho composto e dedicato alle persone importanti nella mia vita. Nei momenti difficili si capisce quanto sono importanti certe persone che ci circondano, e io adesso voglio onorarle. Qui c’è un video dedicato a una cara amica nostra, Marybeth:

https://youtu.be/cpRFzm-xok4.

Ne sto facendo altri che pubblicherò a mano a mano. Il successivo l’ho dedicato a mia figlia e lo potete vedere a partire da venerdì 27 marzo sulla mia pagina Facebook. Sprono i miei colleghi e fan a fare la stessa cosa perché’ il regalo della musica e senz’altro il più` bello che si possa fare.

Sto studiando molto lentamente un arrangiamento di “Um a zero”, un pezzo di Pixinguinha, ad opera dell’eccelso Roland Dyens. Potete trovare questo arrangiamento in questo libro assolutamente imperdibile:

guitarinternational.com/2009/10/18/dyens.

Sto leggendo un bellissimo libro su Johann Sebastian Bach intitolato La musica nel castello del cielo, scritto dal direttore d’orchestra John Eliot Gardiner. Ecco un link se siete interessati:

amazon.com/musica-castello-cielo-ritratto-Sebastian/dp/8806204556.

Sto anche aspettando con grande ansietà l’uscita del mio nuovo album per sola chitarra acustica Connexion. Se siete interessati potrete ordinare la vostra copia autografata cliccando qui:

peppinodagostino.com/cds/cd-connexion.

Ringrazio la vostra bellissima rivista e i vostri lettori per il tempo concessomi. Mi raccomando di usare tutte le precauzioni possibili contro questo virus e di studiare con affetto e dedizione la vostra chitarra, quest’intima amica nostra, perenne, che ci insegna così tanto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui