Gerardo Núñez & Ulf Wakenius – Logos

0
134

 

ACT/Egea Music
nunezLogos potrebbe risultare inatteso, ma sicuramente sviluppa una sua logica, una logica irresistibile.
Nella musica le combinazioni inaspettate possono portare a risultati sorprendenti.
E quella di Gerardo Núñez e Ulf Wakenius è una combinazione davvero sorprendente. In verità, i prodromi s’erano visti al concerto della serie “Jazz at Berlin Philharmonic” dell’Ottobre del 2014 curata da Siggi Loch – il fondatore dell’illuminata etichetta ACT – in cui il musicista svedese si era presentato in un ruolo nuovo e inaspettato, quello di secondo chitarrista a fianco dell’indiscusso maestro del flamenco nuevo, Gerardo Núñez. La combinazione di Wakenius e Núñez ha portato il progetto “Jazzpaña” verso nuove frontiere, un risultato sorprendente reso possibile dall’incontro di due virtuosi incredibilmente dotati e padroni assoluti del loro strumento.
Gerardo Núñez, originario di Jerez de la Frontera, è il principe ereditario della chitarra flamenca tramandatagli da Paco de Lucía, scomparso nel 2014. Ha avuto – ed ha – spalle così larghe da essere stato in grado non soltanto di rinnovare l’antica arte spagnola della chitarra flamenca, ma di aprire le sue porte lasciando entrare venti di jazz, musica classica e anche leggera. Ha lavorato con il celebre tenore Placido Domingo, con la pop star Julio Iglesias e con il bassista jazz John Patitucci.
Con il progetto discografico Logos, ha quindi trovato in Ulf Wakenius il suo partner ideale, perché sappiamo quanto il chitarrista svedese sia un musicista aperto a nuovi stimoli e nuove idee [vedi recensione Momento Magico di Ulf Wakenius, Chitarra Acustica n. 06, giugno 2014].
Le nove tracce del Cd – quasi tutte scritte da Núñez, tranne due a firma di Wakenius – restituiscono all’ascoltatore un ricchissimo e splendido ‘dialogo’ tra due eccellenti ‘oratori’, in cui la parola fattasi suono, melodia, ritmo, invita l’ascoltatore nel mondo che i due formidabili chitarristi hanno creato con la loro intensa conversazione. Combinando i loro vocabolari musicali creano la narrazione, la discussione, la definizione e il significato di un incontro che esprime momenti di vera arte.
I due protagonisti sono degnamente accompagnati da Cepillo alle percussioni e da Carmen Cortés e Isabel Núñez al battito delle mani, tutti insieme ad entrare in simbiosi con le idee degli altri e a dar vita al valore del momento presente.

Gabriele Longo

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui