Pino Daniele Alive

0
4

Un percorso per raccontare ‘emozionalmente’ la vita artistica e la musica di Pino Daniele all’interno del Museo della Pace – MAMT di Napoli
Ha da poco aperto al pubblico, in via Depretis 130 a Napoli, il Museo della Pace – MAMT di Napoli. E tra i dodici percorsi emozionali presentati, di grande interesse è Pino Daniele Alive, omaggio al grande artista e musicista napoletano. A Pino Daniele è infatti dedicato un intero piano del museo, dove si rivivono i momenti più significativi ed emozionali della sua vita artistica e della sua musica.

pino-daniele-alive

Il percorso di Pino Daniele Alive, a cura del Pino Daniele Trust Onlus, è frutto di un’intesa tra l’indimenticabile ‘mascalzone latino’ e Michele Capasso, il presidente della Fondazione Mediterraneo.

Il Museo della Pace – MAMT (Mediterraneo, Arte, Musica, Tradizione) è uno spazio creato dalla Fondazione Mediterraneo, da oltre venticinque anni impegnata per il dialogo e la pace nel Mediterraneo e nel Mondo. Il progetto nasce nel 1997, quando Michele Capasso fa appello agli oltre duemila rappresentanti di 36 Paesi riuniti a Napoli dalla Fondazione Mediterraneo sulla necessità di dare alla pace un simbolo: venne scelto allora il Totem della pace dello scultore Mario Molinari e richiesto uno spazio dove raccontare una storia diversa da quella che ci viene proposta quotidianamente dai media: terrorismo, migranti che muoiono, corruzione, povertà, guerre; una storia cioè fatta di ciò che ci unisce nel bello: ambiente, architettura, tradizioni, cultura, artigianato, arte, creatività, musica, tradizioni…

Giorgio Verdelli, che ha curato i testi e i video di Pino Daniele Alive, racconta: «La musica di Pino Daniele è come un viaggio. Lo è stata per lui e lo è per tutti coloro che, visitando le stanze del museo, ne possono seguire le tracce. È un itinerario, a volte facile a volte meno, lungo il quale si incrociano ampie strade e piccoli sentieri, o piazze dalle quali proseguire nelle direzioni più diverse. Perché Pino Daniele è stato molte cose ed è stato anche molte persone: il ragazzo del blues e la ‘hit’ da classifica, il performer ineguagliabile e a volte scontroso, con l’ironia del napoletano verace e l’orecchio finissimo dell’artista globale».

La struttura del Museo della Pace – MAMT ha reso possibile isolare pezzi della vita del grande musicista, ridisegnando un percorso che a partire dai grandi spettacoli dal vivo riscopre le contaminazioni e l’immaginario meno noto dell’artista, restituendo poi al fruitore una visione completa. Attraverso video (alcuni inediti, altri riscoperti), fotografie, parole (le sue soprattutto), oggetti e, ovviamente, le tantissime chitarre di Pino, gli spazi del MAMT si vestono del colore delle sue anime, dalla luce bianca di Napoli al blu dei diavoli del blues, fino al buio della sala di registrazione in cui la musica si ferma sui nastri.

Info: www.fondazionemediterraneo.orgwww.mamt.it
È possibile visitare il Museo della Pace – MAMT, previa prenotazione telefonica al numero 340 8062908 o via email info@mamt.it, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 19 e sabato dalle 10 alle 13.
Si può vedere un filmato sul museo al seguente link: https://youtu.be/_9VZPkst0mY.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui