Ricominciamo… o forse no

1
449

(di Reno Brandoni) – L’incertezza ha diviso questa estate. Prima l’euforia e l’entusiasmo, poi il silenzio e la paura. Scrivere cercando di riassumere gli eventi è sbagliato, o perlomeno rischioso: quando questo numero del nostro mensile sarà pubblicato, lo scenario potrebbe essere totalmente diverso. Inatteso, imponderabile. Allora perché mi addentro nella faccenda? Perché tento di raccontare? Potrei semplicemente girarmi dall’altro lato e sorridere, tirando a campare. Invece no, sono qui a puntare il dito sulla follia, a sottolineare come la spavalderia e la totale mancanza di rispetto per l’altro incitino l’inciviltà del benessere.

Ho visto giovani sogghignare sbeffeggiando il prossimo, che li difendeva utilizzando la ‘mascherina’. Li ho visti sfidare l’inopportunità, per uscirne sconfitti. Ho litigato con adulti e anziani, in fila al supermercato col volto scoperto. Non più solo i vecchi, quelli tanto ormai si sa, per alcuni sono destinati al macero… Ma anche quelli che dovrebbero avere a cuore il loro futuro.

Come si fa a non sentire il dovere del rispetto? Come si fa a non riconoscere quando è il momento di dire basta alla superficiale leggerezza dell’essere, per impegnarsi nella ricerca profonda della tutela, soprattutto dei più deboli?

La sfida sembra proprio quella che abbiamo sempre conosciuto e combattuto: deboli contro forti; o meglio, deboli sopraffatti dai forti. Qui i forti non sono i più ricchi, ma i più giovani o quelli che hanno ancora energia da spendere; mentre i deboli sono quelli che combattono contro gli acciacchi e i danni creati dal passare del tempo.

Ho partecipato a qualche festival, come Time in Jazz di Paolo Fresu a Berchidda, ma ero nella lista anche di Giovanni Pelosi per Ferentino Acustica, cui ho dovuto rinunciare per l’oneroso costo del trasferimento Sardegna-Continente-Sardegna durante il mese di agosto (altro problema di cui mi piacerebbe discutere…). Stiamo parlando di due musicisti che hanno a cuore la musica e il rispetto per gli altri, e che hanno lottato per le loro manifestazioni cercando di realizzarle nel migliore dei modi con il massimo della sicurezza, dimostrando che rispettando le regole si può anche fare musica.

Ci attende una stagione autunnale e invernale ‘calda’, non sappiamo cosa accadrà. Sicuramente tutti i più importanti eventi sono stati annullati e rimandati al prossimo anno. E questo non fa altro che incrementare la preoccupazione e la paura. Significa che non ci sono i presupposti per continuare, per rischiare.

Ogni tanto penso che l’attesa sia la migliore consigliera, l’unica che ci permetta di vedere le cose dalla giusta angolazione. Forse sarebbe stato sufficiente stringere i denti e aspettare che il vento passasse, o che soffiasse dal lato giusto. Non sempre un po’ di calma è sintomo di quiete. Per quanto io ami la libertà, oggi il disordine è un lusso che non possiamo più permetterci.

Io comunque sono qui, prigioniero di un sogno, anche se ormai i sogni sono sopraffatti dalla realtà.

Buon fingerpicking!

Reno Brandoni

Chitarra Acustica: 2020 – 09

6,00

Settembre 2020

Disponibile

COD: CA-2020-09 Categoria:

Descrizione

Settembre 2020 • Indice

Ricominciamo… o forse no di R. Brandoni 

Immobilità di L. Francioso 

Acoustic Guitar Village: Cremona Musica ‘Special Edition’ – 26 e 27 settembre

Madame Guitar: XV edizione – Tricesimo (UD) – 26 e 27 settembre 

La linea verticale di M. Giovannini

Il mondo della sessualità popolare: chitarrine, mandolini e maliziose piantine di G. Gregori 

Incontro con la Gold Music: a colloquio con Gabriele Capogna di M. Alderotti

Susanna Roncallo: dalla strada ai teatri di P. Selva 

Kythara (Enrico Maria Milanesi/Michele Pucci/Francesco Bertolini)

Duets (Teja Gerken & Doug Young)

Merci Dadi – 22 chitarristi per i 25 anni dell’ADGPA Italy (ADGPA Italy) 

A Violeta – Tributo a Violeta Parra (Giuditta Scorcelletti/Maurizio Geri) 

Believe (Palma Cosa) 

Tracciato (Susanna Roncallo) 

In duo: intervista a Teja Gerken & Doug Young di A. Lombardi

Scarlet Rivera: una regina al pub di I. Sparacello

A proposito di Dylan: adoro Fernanda Pivano di R. Brandoni 

Blues, ballate e canzoni di P. Mari • Amori e tradimenti in sessant’anni di live di F. Brusco 

Dylaniati di G. Cesaro • Mr. Bob Dylan di Dino Vinci 

Quello che penso del Menestrello di S. A. Calonego 

Chitarra acustica amplificata Takamine CP3NY ML Custom Pro 3 di Zack il Bianco 

Chitarra acustica amplificata K•Tar K0 Orchestra di D. Fornara

Chitarra crossover Licari Zen Guitar di M. Giovannini 

La chitarra jazz per tutti – 23 di P. Anessi 

Guitarra flamenca – 18 di J. Lorenzo Irish 

Flatpicking – 30 di F. Bettoni 

Chitarra brasiliana – 26 di P. Mari 

Suono e canto – 22 di S. Grasso 

Basso acustico – 65 di D. Fiorenza 

Informazioni aggiuntive

Peso 1 kg
Tipo Prodotto

Lingua

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.

1 commento

  1. Parole che sottoscrivo senza se e senza ma, con i miei quasi 62 anni mi sento stretto tra gli acciacchi del tempo e un anima ancora ragazzina ( grazie anche alla nostra amata chitarra ). Il rispetto oramai è un optional mal visto, ma finchè ci sono persone come te, come noi, qualche barlume di speranza si riesce a intravedere. Un abbraccio ( virtuale e con mascherina eheheheh )

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui